Sprint e Ostacoli

799

Vittorie, sconfitte, partenze e nuovi arrivi: la stagione 2020/2021 è stata sicuramente ricca di cambiamenti e opportunità per il gruppo velocisti del GAB.

Dopo un anno come quello scorso, la voglia di normalità e di allenamenti in compagnia all’inizio della condizione invernale era alle stelle. Malgrado la mancata possibilità di allenarsi in palestra il giovedì sera, gli allenatori hanno messo a punto un percorso di forza alternativo, il quale si è rivelato altrettanto valido. Non tutti gli atleti erano però felici della novità, siccome i nuovi esercizi di coordinazione con la cordicella causavano alcune difficoltà. Basta ricordarsi però delle molte risate che ne sono scaturite per considerarlo un win-win.

Questo clima amichevole, ma pur sempre impegnativo, ha aiutato Hagos, il nuovo membro del gruppo, a sentirsi a casa, così tanto da non farlo scappare nemmeno durante le salite a Carasso (anche perché, se fosse partito, in pochi sarebbero riusciti a stargli dietro).

L’arrivo del bel tempo significava soltanto una cosa: era ora di raccogliere i frutti di tutto il sudore versato. Purtroppo il covid ha lasciato strascichi di complicazioni: campo d’allenamento a Cervia annullato (di nuovo) e, per i nati dal 2000 e più “vecchi”, la stagione delle gare si è fatta attendere un po’ di più. Nulla che non si sia risolto nel migliore dei modi: il campo di allenamento a Bellinzona ha preparato al meglio tutti gli atleti e gli ottimi risultati non hanno tardato ad arrivare.

La “non tanto piccola” Carol Brechbühl si è rivelata una scheggia: ha raggiunto il terzo posto ai regionali di Zurigo negli 80m grazie al suo nuovo personale di 10.20 ed è arrivata terza nei 100m ai Campionati Ticinesi Assoluti con il tempo di 12.74 corso in semifinale. Anche Nathan ha iniziato la sua stagione alla grande, registrando il suo personale già nella prima gara e continuando a migliorarlo fino a raggiungere i 10.79.

Il vero protagonista della stagione si è rivelato Nicola Fumagalli, che ha ottenuto la qualifica ai Campionati Europei giovanili di Tallinn. La gara non è andata alla grande, ma l’esperienza (e il tifo che gli abbiamo fatto da Celerina) gli hanno dato la grinta necessaria per diventare poi Campione Svizzero U20 sui 110mH e migliorare il suo record ticinese portandolo a 14.04.

In tutto il gruppo c’è chi ha collezionato record personali uno in fila all’altro, chi ha acquisito nuove consapevolezze per il futuro e chi si è rivelato forte anche in altre discipline. Ora non resta solo che una cosa da dire: stagione 2021/22 fatti sotto!

Sabrina Colotti e Hagos Boo